12 marzo 2013…tutto iniziò da lì …un gruppo di persone che si vedevano per la prima volta, il denominatore comune era quello di smettere di lamentarsi senza fare nulla e di volersi attivare concretamente per la propria città! Si insomma, smetterla di fare gli allenatori da bar, e cominciare a fare gli allenatori da stadio.

Non è stato facile mettere insieme tante teste e tante idee, spesso divergenti, ma la forza di volontà ha prevalso; qualcuno ha cambiato strada, qualcuno ha portato degli amici…

All’inizio ci chiamavano il movimento 4 gatti… è servito anche quello!!! Mentre chi passava ci prendeva in giro, noi ci credevamo sempre più e i primi progetti prendevano forma…la trasparenza della macchina comunale, la democrazia partecipata, il riappropriarsi dei diritti del cittadino in quanto tale e non perché “amico dell’amico”…

Poi i primi banchetti ; la fatica di dover fare i conti, quelli che qualcuno chiamerebbe ‘spiccioli’, (anche se è con quelli che si tira avanti, perché le nostre sovvenzioni arrivano al 90% dalle tasche posteriori dei jeans, nostri e del nostro ‘pubblico’) , superata soltanto dalla voglia di cambiamento.

Un cambiamento vero, dal basso! Si, perché noi veniamo dal basso, non siamo figli di qualcuno di importante né abbiamo amici potenti: siamo cittadini! Persone che incontri per strada tutti i giorni, a prendere il caffè al bar, a fare la spesa o all’uscita di scuola aspettando  bimbi…per parlare con noi non serve un appuntamento, non serve sapere a che porta bussare, noi siamo in piazza sotto al gazebo,il martedì  siamo “Dalla Quinta” a fare assemblee pubbliche e chiunque può parlare con noi…anche se la pensa diversamente!!!

 

Questo è il Movimento  5 stelle Santarcangelo, persone che partendo da una visione comune sono cresciute insieme e diventata gruppo, non solo durante le assemblee o adesso che corriamo per le elezioni ma anche nella vita di tutti i giorni.

2 Comments
  1. admin

    La domanda che lei pone è sensata in sè, ma non ci sembra fondata su informazioni corrette, quali sono i comuni con sindaco a 5 stelle che non adottano la riduzione del 10% ? stiamo parlando, in particolare, del art’1 comma 54 lett. b della legge finanziaria del 2006, che appunto, impone la riduzione del 10% fra gli altri dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali, ad una prima veloce verifica le porto un paio di esempi di comuni amministrati dai 5 stelle:

    1 – Parma, oltre ad adottare la riduzione sopra citata, come può verificare lei direttamente dalla determina di quest’anno (seconda pagina, penultimo visto) , il sindaco, il vicesindaco e il presidente del consiglio si sono ridotti a loro volta lo stipendio del 10%

    2 – Bagheria, il sindaco di Bagheria, del movimento 5 stele, ha rinunciato ai primi 6 mesi di stipendio, e successivamente si ridurrà lo stesso del 30% , oltre al ridurre della stessa percentuale (e non del 10% come richiesto dalla legge) l’indennità della giunta e il gettone dei consiglieri.

    3 – Pomezia, oggi sindaco 5 stelle, ma il movimento già nel 2012 aveva fatto ridurre le indennità

    capisco che non sempre le informazioni siano di facile reperibilità… ma a volte è meglio cercare di verificare quelle che ci vengono fornite da giornali e televisioni non sempre obbiettive.
    Detto questo, noi siamo assolutamente d’accordo con la riduzione dei costi della politica, tant’è che ad inizio legislatura abbiamo lottato insieme a tutta l’opposizione nel nostro comune, per far ridurre l’indennità al presidente del consiglio del 50% come per i suoi predecessori.
    Noi non crediamo che i sindaci a 5 stelle siano per definizione ‘migliori e diversi dagli altri’ come dice lei, crediamo però che gli ideali e i fondamenti del MOVIMENTO5STELLE, se rispettati con coerenza, possano portare giustizia ed equità, e che possano avvicinare realmente la politica a quelli che sono, e saranno sempre, i datori di lavoro degli amministratori: i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio